Sito di Marco Pifferetti
Informazioni sulle nevi di casa e del mondo, da Albinea, Reggio Emilia, Italy

Gli eventi nevosi sulla costa romagnola e marchigiana del 14-15-16-17 dicembre 2010

Condizioni non facilmente ripetibili hanno determinato tra il 14 e il 17 dicembre, una raffica di intensi eventi nevosi anche a carattere temporalesco con neve farinosa a causa delle basse temperature,le precipitazioni hanno interessato a più riprese, la fascia costiera riminese e pesarese; vediamo di capire meglio che cosa è successo.

All'origine della situazione vi è un afflusso di aria fredda dai Balcani che porta, nel periodo considerato, nevicate abbondanti su tutta la costa adriatica dalla Romagna alla Puglia, ciò che avviane tra Rimini e Pesaro dipende però prevalentemente da una linea di convergenza che viene a crearsi in prossimità della costa: per quasi tre giorni le correnti sinottiche di bora e quelle da nord ovest, più fredde provenienti dall'entroterra padano convergono lungo una linea di sviluppo al largo della costa romagnola; il mare a inizio di stagione è ancora piuttosto caldo e capace di fornire energia per lo sviluppo di nubi convettive che poi vengono spinte verso la costa dalle correnti in quota. Si tratta di un meccanismo simile alle "Lake Effect Snow" dei Grandi Laghi americani, dove tali eventi sono frequenti e di grande entità.

Linea di convergenza al largo della costa romagnola

 

 

 

 

 

Animazione satellitare delle ore serali del 15 dicembre


La circolazione depressionaria, al suolo piuttosto blanda, non ha consentito in pratica alla bora di abbordare in modo deciso la costa, perchè contrastata dalle correnti da Nord Ovest, diversamente le temperature sarebbero state più elevate e le precipitazioni più abbondanti sull'entroterra collinare piuttosto che sulla costa, come invece è avvenuto.
Con bora più intensa o mare più freddo, probabilmente i fenomeni sarebbero stati molto meno rilevanti e la qualità della neve più umida.

Il 17 il passaggio di fronte perturbato organizzato porta neve su buona parte della pianura padano veneta e di nuovo sulla costa riminese e pesarese.

Alcune misurazioni di accumulo di neve fresca giornaliera in cm tratte in quei giorni dai forum meteorologici e registrate presso l'Ossevatorio Valerio di Pesaro

Santarcangelo
Rimini Mare
Rimini collina
140 m slm
Misano
Cattolica
Gabicce Mare
Pesaro
Oss.Valerio
14/12
3
5
2
4
1
2
1.5
15/12
2
15
29
38
40
42
15.5
16/12
4
14
11
10
4
4
5.5
17-18/12
11
9
9
11
14
13
3.5
Totale
20
43
51
63
59
61
26

Questa la ricosturuzione cartografica degli accumuli


Webcam Cattolica centro: uno dei momenti di intensa precipitazione (sulla sinistra il lungomare)

Inconsuete immagini di una ciaspolata sulla spiaggia di Gabicce e di una discesa sugli sci a Pesaro (da "fuoff " forum di Meteonetwork e "jackfrost", forum Meteogiornale.



Rimini dall'aereo fotografia di Clara Calabrese

Altre gallerie fotografiche di questo ed altri eventi

Filmato Cattolica